domenica 29 novembre 2009

Genesi di una testa di cazzo (I)

L'altro giorno mentre riferivo di un corso che avevo tenuto, ho detto di aver spiegato molto bene una tal cosa; mentre continuavo a parlare è subentrata la vergogna per quel complimento che mi ero involontariamente fatto. Si trattava per me di una assoluta novità, qualcuno mi ha detto che farmi i complimenti è impossibile vista la mia modestia irriducibile, figuramoci il farmeli da me. In questo episodio la parte che si fida di me stesso, è riuscita proditoriamente a penetrare l'insormontabile barriera eretta nel tempo dal mio acerrimo SuperIo, una piccola vittoria del Davide Es contro Golia, all'apparenza un segnale positivo. (..continua)

17 commenti:

  1. Non hai idea delle volte (tante) in cui ho iniziato a scrivere un post del genere, volendo provare a raccontare quella sottile sensazione di difficoltà (che credevo solo mia), di controverso rapporto di simpatia/antipatia nei confronti dei complimenti o più in generale nei confronti dei segnali di approvazione, delle conferme.
    Che da un lato le snobbiamo, ma che infondo si cercano, di cui si ha bisogno perché un po' massaggiano l'ego e fanno star bene.
    E' sempre andata a finire che cestinavo tutto!
    Tu hai iniziato, a puntate. Lo leggo come un segno di incoraggiamento e ovviamente faccio il tifo per Davide Es.

    RispondiElimina
  2. Subito ho pensato: be', può essere un inizio per credere di più in te stesso, ma poi mi sono detta che è comunque bello essere così...modesti e umili da provare sincera vergogna e reale imbarazzo nel ricevere o nel farsi un complimento! Lo trovo bellissimo, ti caratterizza ed in un mondo in cui si fa a gara nel riuscire ad "apparire" il migliore, be' lo trovo un pregio,non certo un difetto!

    RispondiElimina
  3. 2elle, mi piacerebbe leggere ciò che scriveresti sull'argomento, perchè non vai a frugare nel cestino? :)

    stressa: ma così mi anticipi la puntata successiva..:)

    RispondiElimina
  4. Io non vedo l'ora di leggere i post nuovi per vedere la fot-ina. Mi piacciono un sacco.
    I complimenti che ci facciamo e concediamo di rado sono veri, come quelli delle poche persone a noi care, sallo.

    RispondiElimina
  5. Scusaaaaaa! Ed io che (per stare in tema) volevo solo farti un complimento sincero!

    RispondiElimina
  6. linda: lo sollo, e tu sallo che anche io ti adoro (ti avevo pure disegnato Ian Curtis..) ..chettoodicoaffaà?!

    stressa: beh bello, vuol dire che hai capito cosa volevo dire .. adesso mi tocca inventare un finale a sorpresa .. :)

    RispondiElimina
  7. Intendi dire che di solito non capisco cosa si intende dire? Effettivamente...sono dura di comprendonio :-(
    Ti faccio fare gli straordinari...è per stimolarti!

    RispondiElimina
  8. ecco, tipico atteggimento femminile, le dici: "ma come sei carina stasera" e lei: "cosa vorresti dire, che ieri sera ero un mostro?" :)

    RispondiElimina
  9. L' ho pensato anche io di te quando ti ho detto che avevi una bella voce e tu mi hai risposto "ho capito, la canzone non ti piace..." però non potevo dirti "tipico atteggiamento femminile", anche se l' ho pensato! Com'è che discutiamo che neanche stiamo insieme? E' che sono una polemica...

    RispondiElimina
  10. ho gia' capito che con te e' inutile controbattere, mi prendi sempre in castagna, mi arrendo per manifesta superiorita' (la tua) :)

    RispondiElimina
  11. Non giochi più...? Te ne vai...? Ma così non c' è gusto :)

    RispondiElimina
  12. Cosa dirti, Gary...

    tutto fa brodo nell'entertaiment.

    RispondiElimina
  13. Gary.
    Ora scrivo qui
    http://andreacobain.blogspot.com

    RispondiElimina
  14. stressa: coem c'era scritto su un muro:"Viva la fuga" ..almeno credo fosse una u

    Davide: sarà ma non mi enterteingo per nulla

    Bianca: anche tu trans (fuga) ?

    RispondiElimina
  15. gary, noi dobbiamo parlare dei tuoi tipici atteggiamenti femminili!

    RispondiElimina
  16. eccaallà, appena uno si mostra sensibile viene tacciato di malgioglitudine..
    parliamone..
    magari potrei fare coming out nella rubrica ventricoli epistolari che dici?

    RispondiElimina