domenica 12 dicembre 2010

Quasi un post

Da qualche tempo le mie giornate sono parentesi racchiuse tra due vaffanculo. Il primo al mattino, quando al risveglio, prima di ergermi in piedi, rimango un attimo seduto sul letto, giusto il tempo che la coscienza si ridesti e mi fiorisce un: "vaffanculo" che inaugura la mia giornata. Alla sera, dopo l'ultimo atto da sveglio prima di coricarmi, consuntivizzo la giornata con un altro: "vaffanculo". A volte in realtà si tratta della variante con brio: "mma vvvaffanculo va". Ecco, anche i "mah!" punteggiano il trascorrere delle mie ore, una sorta di perplessità di fondo sopra la quale vengono sovraimposte le mie attività e le mie relazioni. Il fatto è che tutto questo emerge spontaneamente, un po' a sorpresa; durante la giornata non ho l'impressione di fare troppe cose controvoglia nè di fare cose troppo controvoglia, ma evidentemente il bilancio che il subconscio contabilizza è in rosso. Sarà per via anche dei "quasi" che accompagnano le mie giornate, fatte di cose che sono quasi come vorrei, un "quasi" di natura evidentemente quantitativa più che qualitativa, come se, proprio nelle due dita che mancano al bicchiere più che mezzo pieno, giacessero, inascolate, le mie reali necessità e le mie sopite velleità.
Almeno credo..
anche sto post..
mah!...
ma sai che c'è?: ma vvvaffanculo va!

8 commenti:

  1. che a me viene in mente una cosa...sarebbe peggio gary che sia il risveglio che la buonanotte fossero accompagnate da un vaffanculo detto da chi ti dorme vicino..sarebbe peggio sicuramente..sentirsi salutare così da chi magari hai scelto tu che ti dormisse vicino...

    RispondiElimina
  2. beh, vabbè.
    E' sempre un inizio...

    RispondiElimina
  3. Dei bei vaffa son proprio ciò che ci vuole, io ne ho un sacco pieno accumulati in anni ed anni che sarebbero da consegnare ai vari destinatari...
    mi dai una mano? Ci vestiamo da Babbi e li consegniamo tutti entro Natale!

    RispondiElimina
  4. calzino: I love U2
    mg: beh certo, chi dorme con me è certo che al mattino mi voglia mandare affanculo
    andrea: sei troppo filosofo te
    ruz: nel vaffa o nell'amarmi?
    stressa: no giarda, i miei vaffa sono rivolti solo alla mia vita e a me stesso

    RispondiElimina
  5. Coopo è un punk! smadonna contro il mondo e contro se stesso! [è una questione di qualità, una questione di qualità, una questione di qualità o una formalità, non ricordo più bene, una formalità]dopo questa parentesi Ferrettiana probabilmente arriverà la tua conversione al cattolicesimo e comincerai a leggere i libri di Ratzinger... redimiti! redimiti finchè sei in tempo! :D

    RispondiElimina
  6. preferisco la conversione alla Claudia Koll a quella alla Ferretti, anche perchè di lindo ho ben poco e sopratutto non sono mai fedele alla linea :)

    RispondiElimina