sabato 16 gennaio 2010

Senza di me

Vorrei scrivere un post non coniugato in prima persona singolare, in cui il pronome Io non compaia, in cui i personaggi descritti non rappresentino delle mie immagini riflesse. Vorrei che il sottoscritto non fosse argomento di discussione, o rebus da risolvere, quanto piuttosto qualcosa che c'è e basta e sul quale non c'è bisogno di interrogarsi. Come il cielo, come il mare, come la terra è lì e basta, vorrei essere paesaggio sul quale far sfilare gli altri, vorrei dimenticarmi di me stesso, vorrei scrivere di altro, di altri, riuscendo così ad essere finalmente qualcosa che somigli ad un uomo e probabilmente non avere nemmeno più bisogno di stare qua.

27 commenti:

  1. probabilmente sarebbe meglio, ti farebbe sentire più equilibrato e ti distaccherebbe da quelli che sono i tuoi dilemmi... non so se hai fatto caso: io ci provo spesso, ma finisco spesso a parlare di me, anche se in maniera meno diretta; vorrei farlo anche nella maniera giusta e con il tempo giusto, motivo per cui aggiorno così poco, ma sono sempre di fretta, che vuoi farci...

    sì, probabilmente sarebbe bello. ma ciò significherebbe che spariresti di qua..
    no, meglio di no.

    RispondiElimina
  2. e poi scusa, in un certo qual modo già lo fai sull'altro blog: fai ritratti e scrivi di altri, no?

    :)

    RispondiElimina
  3. davide grazie, la tua scarsa presenza anche sul tuo blog mi tranquillizza perche' denuncia il tuo essere sano e sopratutto "vivo" ed attivo fuori di qua. Beh anche fare il prolifico pseudo artista frustrato sull'altro blog non ti sembra un'altra forma di narcisismo esasperato?! :)

    RispondiElimina
  4. Gran bel post!
    Gran bella riflessione!
    Nulla da aggiungere.
    Anzi si, INSHALLAH.

    RispondiElimina
  5. vania, come a dire: mo' so cazzi tua..?!

    RispondiElimina
  6. ...difficile scrivere un "diario" e non parlare di se...anch'io vorrei parlare d'altro e raramente riesco a non mettermici in mezzo...però..no lo trovo così ..cosa brutta....ognuno fa quel che può e vuole...non si scrive di se per narcisismo..secondo me perchè vedere scritti i propri pensieri, leggerli su carta, a volta aiuta a esorcizzarli un po....

    RispondiElimina
  7. PS: scusa ma, che orario c'hai su sto blog?? sono le 23,49 in quetsa parte del mondo..da te sono le 14,50???:DD

    RispondiElimina
  8. certo chica, il rendere pubblico un proprio diario è già indice di narcisismo ed egocentrismo non ti pare? ma io giudico solo me stesso, ciò che ho scritto riguarda la mia percezione soggettiva, non ha pretese di generalità

    RispondiElimina
  9. Secondo me l'hai (de)scritto proprio bene qui quel qualcosa che riesce a farti somigliare ad un uomo.
    Quel guardarsi dentro portando fuori, cosa credi che sia?
    E' un bisogno. Umano.

    RispondiElimina
  10. Beh mettersi in discussione non è sempre un male, se non lo facciamo allo scopo di demolirci...Anzi!Magari tutti ricominciassero un pochino a farlo!Non lo reputerei egocentrismo.

    RispondiElimina
  11. Mettere in piazza sé stesso non è cosa facile, credo, e per me che frequento da poco questo mondo trovo sia terapeutico perchè impari a non vergognarti di quello che sei, impari forse a dire quello che pensi veramente, senza false ipocrisie e perbenismi, inoltre ti crei delle opinioni e commentando ti sottoponi ad un giudizio. Non credo sia tutta finzione, devo dire che mi sta aiutando ad essere più reale anche nel mondo reale, a maggior ragione tu che in prima persona ti poni al centro di un dibattito...sicuramente ha ha che fare con il narcisismo, ma nel tuo caso non direi egocentrismo, da come ti vedo io ti interessa molto il vissuto altrui, il pensiero e l' opinione reale degli altri, e questa la trovo una bella cosa.

    RispondiElimina
  12. 2elle: quando hai parlato di guardarsi dentro portando fuori e di bisogno umano mi e' scappato da ridere :o

    guernica: si' certo, ma farlo nascosti dietro la faccina di superman non e' proprio da imapvidi temo

    stressa: mi sembra molto piu' sana la tua posizione da commentatrice non bloggante (se e' cosi'..), di chi osserva il prossimo, fornendo la propria opinione ma senza metttersi in primo piano a tutti i costi. Tu per definizione "ascolti" e lo fai senza chiedere nulla in cambio, non come facciamo noi blogghersss che spesso restituiamo le visite anche solo per cortesia

    RispondiElimina
  13. sono blogger da poco, ma mi piace molto scrivere di me, dei miei pensieri in modo totalmente libero, senza filtri, senza preoccuparmi del giudizio altrui e avere la possibilità di ricevere i commenti e le opinioni di altre persone che come me trovano nello scrivere un modo per sfollare i pensieri dalla mente e metterli al confronto. ci viene da scrivere di noi perchè siamo noi il metro di misura delle cose che accadono intorno. siamo egocentrici, ma qui è giusto così, perchè è il nostro personalissimo blog. ci aggiriamo tra i blog di chi incrociamo qua e là, ma non per cortesia, almeno io non lo faccio per questo, ma per il piacere di condividere. senz'altro è vero che non deve diventare un mondo parallelo, nè la principale occupazione, è una passione da coltivare in modo sano. poi c'è la vita vera, ma è pur sempre vita e comunicazione anche questa tra noi blogger. sei un po' severo con te stesso...
    ciao gary!

    RispondiElimina
  14. E' che tu sei con te stesso 24 ore al giorno. Ci pensi mai? Non possiamo staccarci da noi stessi. Guarda che a pensarci bene è pazzesco.
    Ogni tanto anche io vorrei uscire da me e farmi un giro...

    RispondiElimina
  15. Ho dovuto rileggere tre volte il tuo commento prima di capire il nesso prosaico.
    Rido anch'io, però!

    RispondiElimina
  16. ciao biondatinta e benvenuta :) Io sono un bloggher di lunga data e ne avrei di cose da dire in proposito tant'è che avevo intenzione di aprire un blog sui blogger e non è detto che non lo faccia. Come ho detto nessuno si senta parte in causa se non si sente tale, io parlo di me e di ciò ciò che ho capito stando qua, sono un savonarola onanista :)

    calzino: certo che ci ho pensato, per quello ho scritto che vorrei dimenticarmi di me stesso

    2elle: prosaico io ? ;)

    RispondiElimina
  17. No, non era come a dire cassi toi, caro Gary, era come a dire che hai espresso perfettamente qualcosa e basta.
    Era come a dire che sarebbe stupendo arrivarci, sarebbe la salvezza per la mente.

    RispondiElimina
  18. provo a difenderti: un blog richiede che si parli di se stessi... non puoi avercela con te, per questo.

    No eh?

    RispondiElimina
  19. quoto tutti perchè hanno spiegato al meglio quel che io volevo dire ma mi sa che faccio un sacco di casino a metter giù i pensieri che penso e mi vengono alle dita altre cose....ecco..per esempio...cazz'hodetto???:(

    RispondiElimina
  20. lilith: e tu che ne sai di gormiti? :)

    chica: "quoto tutti" non è male.. :)

    RispondiElimina
  21. :)) che ne so dei gormiti?? nipoti maschi. Ma so anche tante altre cose, sai? ;)

    RispondiElimina
  22. tipo che goku è un super saiyan.

    RispondiElimina
  23. mica conoscerai anche i bacugan?

    RispondiElimina
  24. sono quelle palline che se lanciate su una carta si aprono e diventano mostriciattoli?

    RispondiElimina